Giovedì 4 novembre – “In memoria …” Concerto al Santuario della B. V .Addolorata

0
87

Nella serata di giovedì 4 novembre 2021 con inizio alle ore 20:45 l’Associazione
Ghirlanda Musicale con il proprio gruppo di Voci soliste ed il Complesso
Strumentale presenta presso il Santuario della Beata Vergine Addolorata in
Borgo Santa Caterina un programma in ricordo del prof. Pierantonio Cividini.

Nato nel 1919 ad Alzano Lombardo è figura di insegnante ben nota al pubblico bergamasco,
docente di italiano e storia dal 1951 al 1962 – anno della sua scomparsa – presso
l’Istituto Magistrale Paolina Secco Suardo di Bergamo. Da giovanissimo ufficiale nel 78° Reggimento fanteria “Lupi di Toscana”, si distingue per l’azione di resistenza contro il Nazifascismo con il suo rifiuto di entrar nella Repubblica sociale dopo l’8 settembre 1943. La sua opposizione a qualsiasi collaborazione con la R.S.I., ne determina la cattura e la prigionia per 20 lunghi mesi nei Lager Nazisti della Polonia e della Germania. Il Comune di Bergamo gli ha intitolato un passaggio nel centro di Città Bassa.

 

Musiche di
G.Legrenzi, J.S.Bach, G.Ph.Telemann, Q.Gasparini

L’incontro musicale, organizzato in collaborazione con la Parrocchia di S. Caterina, presenta dapprima la figura di Giovanni Legrenzi (Clusone 1626 – Venezia 1690) attivo dalla metà del XVII secolo nella Basilica di S.Marco in Venezia quale maestro di cappella. Di lui un Salmo a tre voci maschili, due violini e basso continuo Nisi Dominus contenuto nella raccolta “Salmi a Cinque (Op.5) – Parte VIII” (1657) apre il programma.

Successivamente la produzione sacra musicale di J.S.Bach è ben rappresentata dalle due Arie per baritono e complesso strumentale tratte dalla Cantata n.56 Ich will den Kreuzstab gerne tragen (“Porterò volentieri la croce”) chiusa poi da un sommesso Corale a 4 voci.

Al centro del programma si presenta la Cantata per la Pentecoste affidata a voce di tenore, oboe, violini e continuo da Georg Philipp Telemann (Magdeburgo 1681 – Amburgo 1767).

La seconda parte della serata è infine un omaggio al gandinese Quirino Gasparini di cui quest’anno si celebra il trecentesimo anniversario della nascita avvenuta il 24 ottobre 1721. Sanctus e Agnus Dei della sua Messa Gasparina (1755 ca.) e alcuni frammenti dal suo Passio in Dominica Palmarum (1753) ne rappresentano elementi della produzione giovanile redatta quale contributo ai saggi musicali dell’Accademia Filarmonica bolognese di cui come è noto il Gasparini fu allievo (come successivamente lo stesso W.A.Mozart), sotto la guida di G.Battista Martini.

A conclusione della serata ecco poi alcuni esempi da Compieta: Te lucis ante terminum Inno, Nunc dimittis Cantico di Simeone, Tantum ergo. Si tratta della prima versione del rituale congedo vespertino che il grande musicista gandinese aggiunge alla produzione bolognese intorno al 1755.

L’Ingresso all’ incontro musicale sarà libero (Green pass richiesto) fino ad esaurimento di numero limitato di posti.

Immagine: Crocifissione di Carmelo Rota-Bachì