Giovedì 18 agosto – Solenne Processione per le vie del Borgo

0
281

Festeggiamenti 420esimo anniversario dell’Apparizione.

Giovedì 18 agosto alle 20:30 la solenne Processione nel Borgo, con l’antico Simulacro dell’Addolorata, presieduta da S. E. monsignor Francesco Beschi, vescovo di Bergamo, e accompagnata dal Corpo musicale di Almenno San Salvatore (il Comitato dei Festeggiamenti invita i residenti del Borgo ad addobbare finestre e terrazze).

Giovedì 18 agosto ricorre il 420esimo anniversario del prodigio che affonda le sue radici nel 1602 quando tre raggi di stella andarono a rinvigorire l’effigie, raffigurante la Madonna Addolorata con il Figlio esanime, logorata dal tempo. Fatto prodigioso al quale seguirono una serie di guarigioni e di innumerevoli “Grazie ricevute”. L’affresco, collocato sul muro di una casa, da oltre quattro secoli si venera intatto sull’altare maggiore del Santuario mariano della città – incastonato nel quartiere storico di Santa Caterina, annoverato in questi ultimi anni tra i Borghi onorari più Belli d’Italia – “luogo di preghiera e di consolazione durante tutto l’arco dell’anno, in particolare per le situazioni di precarietà economica, lavorativa, familiare e di salute”.

Alle 17:30 in Santuario la Messa solenne (diretta su www.ecodibergamo.it) presieduta dal vescovo di Bergamo monsignor Francesco Beschi – accompagna la corale “Tommaso Bellini” di Villa d’Ogna, diretta dal Maestro Silvano Paccani.

Alle 20:00, sempre in Santuario, Canto dei Vespri solenni.

Alle 20:30 la solenne Processione nel Borgo, con la Reliquia e il seicentesco Simulacro dell’Addolorata, presieduta dal Vescovo Beschi.

La processione – che lo scorso anno si era tenuta in modo limitato nell’osservanza di uno speciale protocollo anti-assembramento – il 18 agosto tornerà a svolgersi, seppure lungo il percorso più breve, in modo regolare, passando lungo il tratto rinnovato di via Santa Caterina, con soste oranti davanti alla Chiesa prepositurale e all’Accademia Carrara. Al termine, prima della benedizione Eucaristica, preceduta dal tradizionale canto delle litanie lauretane, si terrà la riflessione del vescovo davanti alla Colonna votiva del Santuario alla presenza anche delle massime autorità cittadine e provinciali. La buona riuscita del momento liturgico, da sempre tanto partecipato, sarà resa possibile, oltre all’impegno dei volontari del Comitato dei Festeggiamenti dell’Apparizione, grazie al Comune di Bergamo, alla Polizia Locale ed alla Protezione civile, alle Forze dell’Ordine, AREU (Croce Rossa e Croce Bianca), gli Alpini e i giovani volontari dell’associazione Ragazzi On the Road.