Sabato 26 novembre ore 18:30 – “I colori dell’aria 2” – Concerto a San Pellegrino Terme

0
105

“I colori dell’aria2”: quattro saxofoni protagonisti del concerto in programma Sabato 26 novembre alle ore 18:30 nella Chiesa parrocchiale di Santa Croce a San Pellegrino Terme (Bg). Musiche di Rossini, Čajkovskij, Piazzolla, Sting, Bernstein. Con una prima assoluta di Marialuisa Balza ispirata alla pala d’altare di Francesco Rizzo da Santacroce.

Nell’ambito del progetto concertistico “I colori dell’aria”, ideato dal poeta e promotore culturale Alessandro Botteli, di Borgo Santa Caterina, e giunto al suo secondo appuntamento  – Concerto per Santa Croce, a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Per informazioni e prenotazioni: 388 58 63 106 

Al prezzo di euro 35 è possibile prenotare anche la cena con i musicisti protagonisti della serata, che si terrà subito dopo il concerto presso l’agriturismo “La Fruslina” di Santa Croce.

Sabato 26 novembre alle ore 18:30 nella Chiesa parrocchiale di Santa Croce in San Pellegrino Terme (Bg) si esibiranno i giovani e agguerriti componenti del Vagues Saxophone Quartet (Andrea Mocci soprano, Francesco Ronzio alto, Mattia Quirico tenore, Salvatore Castellano baritono), formazione, già coronata da numerosi riconoscimenti.

Anche a Santa Croce i quattro musicisti terranno a battesimo Ex qua mundo lux est orta (Fulgit Crucis), una “sacra conversazione” site specific scritta appositamente per l’occasione da Marialuisa Balza e ispirata, nelle sue linee essenziali, alla pala cinquecentesca raffigurante una Madonna col Bambino in trono e Santi di Francesco Rizzo da Santacroce – pittore nativo del luogo ma di formazione veneziana e discepolo di Giovanni Bellini -, collocata dietro l’altare maggiore.

Il programma del concerto – promosso dalla Parrocchia di Santa Croce in collaborazione con l’Associazione Santa Croce odv –, prevede, in apertura, il frizzante Rossini… per quattro, un elettrizzante pot-pourri di celebri temi del genio pesarese. A seguire, di Pëtr Il’ič Čajkovskij, la variopinta Suite dal balletto Schiaccianoci, e che sicuramente ben si addice ad un concerto alle porte di Natale. Dalle danze russe, ma anche orientali, di Čajkovskij, si passa a quelle sudamericane con la Milonga del Angel di Astor Piazzolla, autentico capolavoro riarrangiato per quartetto di sassofoni da Johan Van der Linden. Dopo la “sacra conversazione” in suoni di Marialuisa Balza, spazio a Englishman in New York, una canzone di Sting datata 1987 nell’adattamento di Bernd Franke, che si collega idealmente al brano successivo. La “Grande Mela” è infatti anche la città in cui sono ambientate le vicende di West Side Story, celeberrimo successo di Leonard Bernstein – e di cui sarà proposta una esaustiva selezione tratta da un musical che affronta problemi di intolleranza, razzismo e divario sociale, tematiche ancora oggi molto attuali.