Settembre – Box Organi – Rassegna di concerti nella Chiesa Parrocchiale di Lallio

0
251

Da Sabato 16 settembre la NONA EDIZIONE di Box Organi. Suoni e parole d’autore” di Lallio (Bg), ideata e diretta da Alessandro Bottelli con il supporto di Parrocchia, e Associazione Libera Musica. La Rassegna di concerti tra Classica, Jazz e Letteratura avrà Venturini, Viccardi, Ronda, Stefano e Bruno Rattini tra i protagonisti. Con la partecipazione straordinaria di Vittorino Andreoli.

L’edizione di quest’anno punterà i riflettori sul tema “Di padre in figlio”, mettendo a confronto musiche scritte, nel corso dei secoli, da compositori legati tra loro da strettissimi vincoli familiari.

BoxOrganiLallio2023 comunicato stampa

Vittorino Andreoli

Auditorium Comunale (adiacente al polo scolastico – Via Locatelli 9), prenotazione obbligatoria. Giovedì 21 settembre ore 20:30, la conferenza di approfondimento incentrata sulla creatività artistica tra padri e figli tenuta dal professor Vittorino Andreoli, psichiatra di fama internazionale e celebre volto televisivo, è stato direttore del Dipartimento di Psichiatria di Verona-Soave ed è membro della New York Academy of Sciences oltre che autore di numerosissime pubblicazioni a carattere saggistico e divulgativo e il concerto straordinario con Stefano e Bruno Rattini, rispettivamente padre e figlio, che sfoggeranno le loro qualità non soltanto di interpreti (in solo o a quattro mani) ma anche di compositori e collaudati improvvisatori (Giovedì 28 settembre, ore 21).

Stefano Rattini
Bruno Rattini

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Stefano Rattini, docente di improvvisazione, organista titolare dell’Abbazia Benedettina Muri-Gries di Bolzano, ha ideato e conduce a Trento la “Scuola d’Ascolto della Musica Organistica”; il figlio Bruno (anche compositore e jazzista autodidatta), invece, si è formato all’estero con Pierre Pincemaille e Thierry Escaich, e attualmente insegna al Conservatorio di Bordeaux.

Ingresso libero e gratuito a tutti i concerti (prenotazione obbligatoria per la conferenza di Vittorino Andreoli). Per info: 388 58 63 106

 

*Sabato 16 settembre (ore 21) il concerto d’inaugurazione, nella Chiesa Arcipresbiterale Plebana SS. Bartolomeo e Stefano, vedrà protagonista

Matteo Venturini
Daniela Savoldi

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Matteo Venturini, fiorentino, organista titolare della Cattedrale di San Miniato di Pisa e docente presso il Conservatorio «A. Pedrollo» di Vicenza, affiancato dalla sicura verve musicale della violoncellista e performer italo-brasiliana Daniela Savoldi. In scaletta, brani di maestri italiani tra Otto e Novecento.

*Sabato 23 settembre (ore 21) Enrico Viccardi, titolare della cattedra d’organo e composizione organistica al Conservatorio di Parma nonché attento interprete dell’opera omnia di Bach in CD, affronterà invece un programma interamente bachiano, con opere di Johann Sebastian messe a riscontro con quelle di tre suoi illustri figlioli: Wilhelm Friedemann, Carl Philipp Emanuel e Johann Christian Friedrich, intervallate dalle improvvisazioni alla fisarmonica del bresciano Fausto Beccalossi, unanimemente considerato uno dei massimi specialisti in campo nazionale e internazionale del suo strumento.

 

Enrico Viccardi
Fausto Beccalossi

 

*Sabato 30 settembre (ore 21), ultimo appuntamento, con Ivan Ronda (autentico virtuoso, si è formato alla scuola di Luigi Toja e il suo ampio repertorio oscilla tra barocco e contemporaneità), e autori che spaziano da Scarlatti a Pachelbel, da Mozart a Bach. Nel corso della serata il giovane e talentuoso jazzista Andrea Candeloro (classe 1995) avrà il compito di riaggiornare all’organo Hammond le melodie antiche appena ascoltate dalla voce dell’organo a canne.

Ivan Ronda

 

Andrea Candeloro

 

La rassegna darà spazio anche a cinque prime esecuzioni assolute, pensate per l’organo Bossi Urbani 1889 e commissionate a Luca Tessadrelli (bresciano, insegna composizione al Conservatorio «A. Boito» di Parma), Alessandro Cusatelli (autore di un Trattato di strumentazione e uno di orchestrazione, insegna al Conservatorio «S. Cecilia» di Roma), Pietro Ferrario (allievo di Bettinelli, Molfino e Corghi, ha vinto numerosi premi di composizione), Stefano e Bruno Rattini. E ai tre racconti di argomento organistico firmati quest’anno dalle penne di Sandra Petrignani, Eraldo Affinati e Enzo Fileno Carabba, affidati alla puntuale lettura dell’attrice Matilde Facheris. 

 

Pietro Ferrario
Sandra Petrignani
Eraldo Affinati
Matilde Facheris

 

Nata per valorizzare l’organo Bossi Urbani 1889 della Parrocchiale in senso antitradizionale – non come oggetto d’antiquariato quindi, ma come strumento vitale capace di reggere lo stimolante confronto con le sfide della modernità –, aumentandone le potenzialità espressive anche in dialogo con situazioni musicali non convenzionali, la rassegna è resa possibile anche quest’anno grazie al contributo di Camera di Commercio, Fondazione Credito Bergamasco, delle ditte Montello, Zanetti, Ambrosini, Gama, Co.Me.C., e si avvale del patrocinio e del sostegno della Provincia di Bergamo e del Comune di Lallio, del supporto di Eliorobica come sponsor tecnico e della media partner del quotidiano Avvenire, del settimanale Famiglia Cristiana, di BergamoNews e di santalessandro.org, settimanale online della Diocesi di Bergamo.