La strada delle beatitudini-Quaresima in oratorio

0
480

Il tema di questa quarta domenica di Quaresima è la luce. La luce ci libera dalla paura del buio, senza luce non si può vedere dove si sta andando, senza la luce non ci può essere la vita.

Ricordate il viso di Gesù durante la trasfigurazione? Brillava come il sole! Perché Lui è la luce!

 

Io sono la luce del mondo, dice il Signore, chi segue me, avrà la luce della vita”.

 

Grazie a Gesù il cieco del Vangelo di oggi vede la luce …  noi abbiamo la vista e magari buona, ma quante volte siamo ciechi! Siamo ciechi quando non vediamo che c’è qualcuno che ha bisogno di noi, siamo ciechi quando non sappiamo vedere la presenza di Dio nella nostra vita.

 

Gesù guarisce il cieco nato prendendosi cura di lui … e noi? Siamo capaci di prenderci cura di qualcuno?

 

OSSERVIAMO L’IMMAGINE….

Cosa è l’acqua che si vede dietro a Gesù?

Chi ha a fianco Gesù?

Come sono i suoi occhi?

Come ha le mani questo uomo?

Cosa fa Gesù?

 

Cammino in questa quarta settimana vivendo la beatitudine del  “PRENDERSI CURA” ;

 

IMPEGNO: Papa Giovanni , nel 1958, fece visita ai carcerati donando loro parole cariche di affetto.

Cercherò in questa settimana di avvicinarmi a qualcuno che sto un po’ trascurando.

 

La preghiera di Papa Giovanni

Solo per oggi

sarò felice nella certezza

che sono stato creato

per essere felice

non solo nell’altro mondo

ma anche in questo..

 

La mia preghiera

Gesù, luce che rischiara il buio della

paura e del dolore,

donaci il coraggio per riconoscere

ogni uomo un fratello

e un compagno di viaggio.

Ti chiediamo perdono per quando

abbiamo fatto finta di nulla

di fronte al dolore dei fratelli.

Ci impegniamo a prenderci cura

degli altri, soprattutto di chi soffre,

perché i nostri gesti siano segno

dell’amore di Dio per gli uomini. Amen