La strada delle beatitudini-Quaresima in oratorio

0
465

“…si fece buio su tutta la terra…”

Oggi nella Chiesa regna il silenzio, nessuna  campana si farà sentire. Questo silenzio ci fa pensare alla grande tragedia consumata sul Calvario: Dio è stato ucciso, anzi, si è lasciato uccidere!

Avrebbe potuto salvare tutta l’umanità con un soffio e invece ha scelto una morte crudele.

Come poteva mostrarci meglio il suo infinito amore per noi?

Oggi la Chiesa ci invita a metterci davanti alla croce per capire, per quanto ci è possibile, la grandezza smisurata  di questo amore, ma anche per renderci conto che la vita è un bene prezioso quando la doniamo agli altri. Gesù ci aveva detto appunto che non c’è amore più grande di quello di chi dona la propria vita per i suoi amici e con questo non ci chiede di morire in chissà quale modo cruento, ma di morire un po’ a noi stessi, al nostro egoismo, alla nostra cecità di fronte ai nostri amici che magari hanno bisogno di noi.

 

 

OSSERVIAMO L’IMMAGINE….

Come vedi Gesù?

Di che colore è la croce e perchè?

Sai chi c’era ai piedi della croce?

Cosa c’è scritto sopra la croce?

Conosci il significato di questa sigla?

 

Vivo questa giornata santa nella beatitudine del  “MORIRE” ;

 

IMPEGNO: Cercherò in questa giornata, seguendo l’esempio di Papa Giovanni, di stare 10 minuti in silenzio

davanti al crocefisso.

 

La preghiera di Papa Giovanni

Solo per oggi

dedicherò dieci minuti

del mio tempo a sedere in silenzio

ascoltando Dio,

ricordando che

come il cibo è necessario alla vita del corpo,

così il silenzio e l’ascolto

sono necessari alla vita dell’anima.

 

La mia preghiera

Gesù,

che ci insegni

a morire in obbedienza al Padre,

donaci il tuo grande coraggio

affinché anche noi impariamo a donare,

ogni giorno, la vita per gli altri.

Ti chiediamo perdono

per tutte le volte che abbiamo pensato

con indifferenza al tuo sacrificio.

Fa’ che la tua morte, accolta per amore,

lasci un segno profondo

nella nostra vita. Amen